Trenini elettrici con decoder digitale

Mini guida alla digitalizzazione

In questa sezione vi mostrero' alcune immagini di locomotori Piko della mia collezione che ho fotografato durante le fasi dell'apertura e dell'inserimento del decoder. Sulla scheda PCB (verde) e' montata la presa nem a 8 poli per ricevere il decoder analogico (montato di serie su tutti i locomotori) oppure lo spinotto del decoder digitale. Sulla scheda a sinistra in basso e' stampato il numero 1. Bisogna inserire lo spinotto ad 8 pin del decoder digitale con i fili arancione e rossi dal lato del n.1; inoltre e' meglio isolare il decoder con del nastro isolante per evitare che toccando parti metalliche della carrozzeria provochi un corto circuito.

Il problema che assilla sempre tutti e' l'apertura del locomotore ( infatti e' un attimo rompere la carrozzeria o i piedini di ritenuta o i respingenti); io purtroppo ho avuto le mie esperienze negative, ora mi sento piu' sicuro, ma mi raccomando quando aprite un locomotore fate sempre mille attenzioni. Ogni locomotore hai il suo sistema di apertura, possono essere una o due viti nel sottocassa da svitare, possono essere i respingenti da estrarre( non fateli mai dondolare, altrimenti li spezzate, ma agite con un colpo secco e diritto per l'estrazione). Una volta tolte le viti o i respingenti che bloccano la carrozzeria al telaio allargate leggermente con le dita le parti laterali ( c'e' chi usa anche le plasticard e le infila lateralmente per divaricare la carrozzeria- io non lo faccio) e poi sollevando leggermente dal tavolo il locomotore ( e avendo cura di mettere un panno spugnoso sotto) battete le nocchie delle dita sul tavolo e vedrete che vi restera in mano la carrozzeria!!!!Il locomotore e' stato aperto!!!!!!Ora depositate subito la carrozzeria sul tavolo da lavoro e controllate i gruppi ottici del treno: dato che sono mobili a volte restano sul telaio , a volte agganciati alla carrozzeria. Vi dico questo perche' una delle prime volte ho sollevato la carrozzeria per guardare al suo interno mi sono caduti per terra i gruppi ottici. (..e si sono rotti, per fortuna esistono i pezzi di ricambio).Ora vi mostrero' delle immagini, cosi' tutto resta piu' facile da capire. Dividero' per tipo i vari locomotori; naturalmente vi mostro i miei e sono quasi tutti della marca Piko, comunque queste regole valgono per qualsiasi marca.