Museo ferroviario di Suno (Novara)

Un Museo tutto da scoprire dentro alla stazione Ferroviaria di Suno, gestito da un piccolo gruppo di appassionati. 

Il Museo e' entrato da poco nella lista dei candidati futuri per diventare "Luogo del cuore FAI", un motivo in piu' per noi modellisti di inviare il nostro voto ( vedi il sito Museo Ferroviario di Suno ). Il Museo apre le porte a tutti i visitatori la prima domenica del mese e ad accogliere c'e' sempre il Presidente Francesco, il vice Stefano e altri soci che gentilmente e con professionalita' accompagnano gli ospiti in un tour guidato.  Questa mattina sono stato fortunato perche' arrivando mezz'ora prima della apertura mi e' stata offerta pure la colazione, con ottimo caffe' e brioche di pasticceria. Troviamo subito la prima sala a piano terra con un lungo plastico in analogico e una esposizione imponente di rotabili su tutte le pareti. Ma proprio vicino al soffitto sulla scaffalatura c'e un altro plastico: un plastico sospeso in digitale con convogli che circolano continuamente. Sono esposti modellini in scala H0 - N - G, una imponente collezione di libri a tema ferroviario e un quadro comandi di un vecchio locomotore. Ora per salire al secondo piano dobbiamo percorrere la scala, che praticamente e' la prosecuzione naturale del Museo ( non solo una rampa!!! ) e troviamo appesa sulla pareti una raccolta di cartoline Ferroviarie commemorative con annullo filatelico, divise da Capostazione di varie epoche, una " biblioteca sospesa di libri ferroviari " a tre piani sorretta da solide catene a maglie di acciaio. Nell'ultimo piano sospeso troviamo pure un altro piccolo plastico! Ma l'idea piu' bella e' la disposizione della mappa cartografica del percorso del treno nella zona con tutte le fotografie delle stazioni, mutate e rifatte naturalmente negli anni. Giunti al primo piano troviamo tre salette. Nella prima sono disposte delle traversine di rotaia con viti, chiodi e quant'altro per poterle fissare, lanterne, orologi, segnali luminosi ecc.., nella seconda troviamo la riproduzione della cabina di una FS E636 con il sedile dell'austista e tutta la plancia comandi  e poi due spaccati di sedute in legno originali con le cappelliere e le valige d'epoca. Sono molto ben conservate anche le targhe delle Stazioni e attrezzatura ferroviaria di vario genere. Nell'ultima saletta c'e' un altro plastico e una imponente collezione di divise e cappelli appartenuti al personale ferroviario di parecchi anni fa. Consiglio a tutti una visita. Queste sono le foto che ho scattato questa mattina, 05 giugno 2022. Buona visione!

I trenini elettrici e i plastici ferroviari di Capotrenogiò - modellismo ferroviario